TAST’ARTE CON DAVIDE FOSCHI, GLI APPUNTAMENTI CON L’ARTE DA OLIVIA GUSTOSA

Il 18 marzo, dalle ore 19, OliviaGustosa di via Tortona 28 ospita – in occasione

della Notte Bianca dell’Arte – la performance di Davide Foschi, artista

evoluzionario, fondatore del Movimento del Metateismo e del Centro Leonardo

da Vinci.

“Che ogni senso umano sia partecipe alla grande sinfonia dell’assaggio: gusto,

olfatto, udito, tatto e vista. Il tutto coordinato dalla regia della coscienza”

(dal Manifesto della Cucina Metateista)

Il ristorante esporrà per alcune settimane alcune delle significative opere del

Maestro, di cui è appena appena stata pubblicata una grande monografia edita

Mondadori intitolata “Davide Foschi – Metateismo. L’Avanguardia del

Movimento 2012 | 2015” con alcuni degli artisti e intellettuali più significativi

del movimento artistico e culturale che dall’Italia sta conquistando il mondo

all’insegna del Nuovo Rinascimento. Foschi è anche protagonista nelle

principali librerie italiane con la biografia “Il segreto di Foschi. L’artista tra

luce e mistero”, scritta dal giornalista de La Nazione Alberto Sacchetti.

Lo chef di Olivia Gustosa, Nicola Caruso, presenterà in anteprima il piatto

esclusivo ispirato e interamente dedicato alle opere di Davide Foschi.

Durante la serata di venerdi 18 marzo verrà recitato il Manifesto della Cucina

Metateista e per l’occasione l’artista leggerà alcune sue poesie.

Il Centro Leonardo da Vinci di Milano, sede del Movimento e luogo aperto

all’arte, alla cultura e alla scienza, dopo i recenti incontri a tema etico-

alimentare, continua a portare avanti il progetto di una nuova cucina: la Cucina

Metateista.

Il Manifesto della Cucina Metateista è stato presentato ufficialmente un anno fa

in concomitanza con l’Esposizione Universale di Milano 2015, pubblicato in

anteprima sul Catalogo Mondadori, raccogliendo consensi e suscitando

l’interesse di molti ristoratori che ne hanno abbracciato i princìpi base, creando

dei menu ad hoc ispirati alle opere d’arte e allo stesso Manifesto.

Il filo conduttore è la ricerca di un gusto che passi anche attraverso l’estetica del

piatto, riuscendo a stimolare tutti i sensi con l’accompagnamento di letture

poetiche, valorizzando le scelte alimentari, con espressioni in varie specialità

gastronomiche.

L’appuntamento con Davide Foschi da OliviaGustosa è solo il primo di una

serie dedicata agli artisti esponenti del Movimento del Metateismo, ai quali lo

chef dedicherà l’elaborazione di un piatto unico.