Biografia

Christelle Ledoux

Christelle Ledoux è francese e abita a Firenze da 6 anni. Il suo incontro con la pittura figurativa è iniziato quando si è trasferita a Tolosa nel 2003. Nel 2015 decide di dare una svolta importante alla sua vita ascoltando la chiamata della sua anima e così lascia il suo paese d’origine per quello nel quale sognava di vivere da quando era piccola: l’Italia. All’inizio, il suo traguardo era di conseguire degli studi di restauro di dipinti.

Dal suo cambiamento di vita coinciso con l’arrivo a Firenze, le sue capacità e i suoi doni di medianità e di chiaroveggenza si sono risvegliati e sviluppati. A poco a poco, ha scoperto di poter realizzare dei dipinti intuitivi.

Oggi è coach intuitiva e artista guaritrice. Utilizza i suoi doni di medium e di chiaroveggenza per realizzare pitture vibratorie di guarigione. Questi dipinti, assieme alle sue consulenze, permettono ai suoi clienti di potersi riconnettere con il loro io interiore.

Ha partecipato a diverse mostre del Festival del Nuovo Rinascimento e dal 2022 rientra fra gli Artisti in permanenza al Centro Leonardo da Vinci Art Expo Milano.

Testo critico

Christelle Ledoux, artista francese ma italiana d’adozione, trae la sua linfa spirituale da quel Rinascimento che fa capo a grandi maestri come Leonardo. Come un deus absconditus, il maestro di Vinci è l’eterna presenza nella poetica visiva della pittrice: la sua guida è manifesta anche quando non esplicita.

L’approdo dal figurativo alla pittura intuitiva si tinge di colori arcani, che virano su scale cromatiche potenti e surreali. L’intento di Christelle Ledoux è infrangere barriere, sciogliere nodi, arrivare all’essenza.

Indirizzata da un impulso sovrumano, l’artista capta il suggerimento che giunge dall’alto e agevola la riconnessione spirituale attraverso la forza dirompente del colore. Ogni guizzo di pennello è dettato angelico, compone cieli luminosi e vibrati onirici che scaldano giacigli d’anima.

L’artista del Nuovo Rinascimento, nel percorso sensoriale e percettivo che ci invita a seguire, è perfettamente consapevole di quanto affermato dal suo maestro Leonardo: “La pittura è una poesia che si vede e non si sente, e la poesia è una pittura che si sente e non si vede”.

Christelle Ledoux sa di essere incaricata di una missione speciale attraverso la sua pittura: comunicare le poesie che gli angeli declamano al di là del velo.

Attraverso i suoi dipinti è possibile accedere a quelle sottili comunicazioni che vibrano tra le anime e che le fanno riconoscere sotto strati di convenzioni e resistenze.
Perché un’opera d’arte, quando è davvero ispirata, sopravvive oltre lo scorrere delle ere.

Angela Patrono

Opera

Christelle Ledoux

Riconnessione alla sua stessa realtà

Acrilico

40 x 50 cm