Biografia

Loredana Borgna

Borgna Loredana nasce a Torino nel 1952, da una famiglia di origini operaie. Vive in un paese delle bellissime Valli di Lanzo. Vorrebbe spaziare fra letture e scritture, ma si deve accontentare di vivere e rincorrere sogni.
La sua vita non è stata tutta rose e fiori. Ha conosciuto molti lati negativi e dolorosi che l’hanno forgiata e hanno fatto di lei una donna forte e combattiva.

Con lo scorrere degli anni, Loredana ha messo in quel famoso scrigno sogni e speranze, ma non ha buttato mai via la chiave. Ha sempre ricercato felicità e serenità, trovandone forse un po’.

Nel 2015 rinviene una chiave in fondo al suo cuore, la prende e la stringe forte e decide che è arrivata l’ora di aprire la porta dei suoi pensieri e della sua anima. Comincia a riempire fogli bianchi di parole che le escono dal cuore. Inizia così la sua avventura con il primo importante libro dal titolo Pensieri dell’anima… dall’oscurità alla luce a cui seguono: Come una farfalla (2016), Dentro lo specchio (2017) e la silloge poetica Ascoltando con gli occhi (2018).

Loredana Borgna ha partecipato a diverse edizioni del “Festival del Nuovo Rinascimento” (Lucca ‘18 – 4° edizione, Milano ’19 – 5°edizione) e rientra tra gli Autori in permanenza al Centro Leonardo da Vinci Art Expo Milano.

Recensione

La percettività immanente di Loredana Borgna si traduce in una sensibilità poetica che, elevandosi dalle sue liriche, trasvola i cieli dell’anima. Il suo ambito prescelto è la poesia che mette in comunicazione con l’esterno la propria vera essenza. Ciò richiede una prodigiosa empatia che fa cogliere sfumature dell’esistenza invisibili ai più.

Come affermava Anassagora: “I fenomeni visibili sono uno sguardo lanciato su ciò che non è visibile”. Anch’io ho sempre creduto che gli aspetti vitali dell’esistenza siano generati da processi intrinsecamente intangibili che nascono nella nostra essenza immanente.

La vita è un incommensurabile mistero che avvolge il nostro cammino e che solo a tratti rivela scintille di luminosità. Quelle stesse scintille che sono in grado di abbagliare lo sguardo e di attribuire all’intelletto una vista superiore.

Loredana Borgna ci insegna che dobbiamo dotarci di una volontà di percezione per oltrepassare le barriere dei pregiudizi e dei condizionamenti al fine di osservare l’intangibile. Perché è proprio in ciò che non si vede, ma che si percepisce con il linguaggio del cuore, che va ricercato il senso della nostra esistenza.

Stefania Romito

Libro

Loredana Borgna

Come una farfalla

Questo mio secondo libro segna la mia rinascita.
È il momento della mia metamorfosi, da qui l’ispirazione per il titolo.

Tra i miei pensieri scritti aleggia una sensazione nuova, la ricerca della mia identità di donna, dopo tanto soffrire.
La ricerca della consapevolezza di poter decidere della mia vita, di poter volare con la mia anima.

Sono pensieri che rispecchiano la mia voglia di fuggire dal passato e riconquistare la mia identità di donna, rivolgendomi a un futuro portatore di speranza e luce. Vivendo nell’oggi emozioni portate da ciò che mi circonda e assorbendo energia positiva.

Pensieri e piccole rime che hanno come obiettivo il raggiungere altre anime bisognose di una sensazione che apra una breccia nel buio che a volte sembra assorbirci.